I Mondiali a Milano

Milano è una città grandissima.
Tanto è grande, tanta è la varietà di persone che ci potete trovare. In questo periodo di Mondiali, tanto attesi per 4 anni, le persone che vivono a Milano aventi origini lontanissime dall’Italia hanno la possibilità di esultare per la propria Nazionale.
Ed ecco che nella gara di inaugurazione quando segna la Croazia senti distintamente grida di disperazione e altre di gioia. Quando la Spagna perde, l’allegria è contagiosa, tutti temono gli spagnoli e tifano contro la Roja.
La sorpresa però la riserva sempre l’Italia. Segna Marchisio ed è boato in tutti i cortili nonostante sia mezzanotte. Segna Balotelli e chi era riuscito a prendere sonno viene svegliato.
Però la Nazionale Italiana non è una mai una squadra di cui ti puoi fidare. Così arriva la Costa Rica, guardata da tutti come una principessa. Alla fine del primo tempo le principesse vanno in vantaggio e nel silenzio di terrore di tutti gli italiani, si sente forte un urlo di una famiglia di costaricani. Al 90° la loro gioia è incontenibile. Tanta merda avranno mangiato in questo periodo o in questi anni, e in quel momento decidono di liberarsi delle loro frustrazioni mostrandoci allegramente il dito medio, e qualcuno che si è integrato meglio, ci fa anche il gesto dell’ombrello.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s